Benvenuti sul nuovo sito del Comune di Pino Torinese. Stiamo lavorando al trasferimento di tutti i contenuti sul nuovo portale del Comune. Se non trovi ciò che stai cercando, vai al vecchio sito cliccando sulla voce sottostante

Si avvicina il 25 novembre e, come ormai da tradizione, il Comune di Pino Torinese e il Comune di Chieri propongono, congiuntamente, un ricco programma di iniziative per sensibilizzare e informare sul tema della violenza contro le donne. Momenti di confronto e dialogo, occasioni per parlare insieme di questo fenomeno che è, purtroppo, sempre più frequente.

Vediamo, nel dettaglio, quali saranno gli appuntamenti a Pino Torinese: 

MARTEDI' 26 NOVEMBRE ORE 20.45 - Inaugurazione del "POSTO OCCUPATO - Un posto a memoria di tutte le donne vittime di femminicidio" presso il Teatro Le Gligini (via M. Cristina, 13). La campagna contro la violenza sulle donne “POSTO OCCUPATO”, cui ha aderito anche il Comune di Pino Torinese, ideata da Maria Andaloro è divenuta virale e propone a Enti, istituzioni, associazioni e privati di riservare un posto a sedere nelle sale, cinema e teatri a significare l'assenza delle donne che avrebbero potuto occupare quel posto se qualcuno non avesse posto fine alla loro vita. Seguirà la presentazione, alle ore 21, la proiezione del film “LA VITA POSSIBILE” di Ivano De Matteo con M. Buy e V. Golino con un dolce intermezzo conviviale. Il film del 2016, girato a Torino, narra la storia di una madre e di suo figlio costretti a ripararsi a casa di un'amica per sfuggire ai maltrattamenti del marito. La narrazione procede quindi in senso contrario, partendo cioè dalla disintegrazione del nucleo familiare per raccontare la costruzione di un'altra vita, diversa e migliore di quella che si sono lasciati indietro.

GIOVEDI' 28 NOVEMBRE ORE 18 - Presentazione del libro "LE TRAPPOLE DELL'ANIMA" presso la Biblioteca Comunale A. Caselle (via Folis, 9). Interverranno l'autore, Stefano Peiretti, e la psicologa psicoterapeuta Dr.ssa Francesca Cerliani, che da anni segue con la Dr.ssa Carla Napoli il nostro sportello antiviolenza. Saranno intervistati dalla giornalista del Corriere di Chieri Erika Nicchiosini che modererà la serata. Questo libro narra di come la violenza sulle donne si possa raccontare attraverso due prospettive diverse: l'amore sognato e l'amore preteso. Una doppia trappola che prima ti inebria con il suo nettare, poi ti stringe nella morsa acuminata della verità. I due protagonisti accompagnano il lettore tra le pieghe di questo sentimento ambiguo come cronisti in bilico tra istinto di sopravvivenza e rassegnazione. Le loro voci si intrecciano in una storia disperata fatta di violenza e umiliazione. Una storia che, grazie ad una scintilla di consapevolezza, diventa testimonianza di redenzione. 

L’ingresso a tutte le iniziative in programma è gratuito.

Sul tema del contrasto alla violenza di genere ricordiamo inoltre il Corso di autodifesa femminile promosso per il decimo anno dal Comune di Pino Torinese - Sistema Educativo e Politiche Sociali che propone 12 lezioni, completamente gratuite per le partecipanti, con il Maestro M. Carrara in programma dal 27 novembre 2019 al 26 febbraio 2020 tutti i mercoledì dalle 20.30 alle 21.30 presso la Palestra della Scuola N. Costa. 

E' possibile iscriversi al corso rivolgendosi a: Servizio Sistema Educativo e Politiche Sociali Tell. 011 81.72.62 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. / Club Dien Hong Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Cell. 392 1011630

Gli eventi in programma a Pino Torinese si intersecano inoltre con le proposte di Chieri, disponibili sul sito www.comune.pinotorinese.to.it

"La nostra Amministrazione conferma la sua attenzione per questo tema promuovendo da diversi anni iniziative dedicate alla sensibilizzazione contro questo fenomeno - ​spiega il Sindaco, Alessandra Tosi -. ​Il ricco programma proposto anche quest'anno ne è la dimostrazione: avremo diversi momenti nei quali potremo affermare, con determinazione, la nostra condanna a qualsiasi episodio di violenza di genere. I dati ci dimostrano che, purtroppo, questo è un elemento in crescita nonostante le numerose azioni che vengono messe in atto a livello locale e nazionale. ​Solo con una costante e concreta progettazione di contrasto, sensibilizzazione, informazione ed educazione possiamo sperare di arrivare, in futuro, a una progressiva e significativa riduzione di questi episodi. In questo contest​o appuntamenti come quelli in programma a Pino acquisiscono grande importanza: costituiscono infatti l'opportunità per agire concretamente, promuovendo i valori di rispetto, pari opportunità, educazione, convivenza civile. E' fondamentale, inoltre, la presenza dei giovani: è infatti su di essi che dobbiamo puntare per costruire la nostra società di domani, a loro dobbiamo trasmettere valori e buone prassi affinchè diventino adulti responsabili e attenti.​ Desidero ringraziare per la realizzazione di queste iniziative, in particolare, gli uffici del Comune di Pino e di Chieri, che hanno seguito l'organizzazione degli eventi, e per la loro collaborazione L'Associazione Santa Maria del Pino Onlus, il Centro Persone Famiglie PariDispari, l'Associazione Fidapa, l’Associazione ScambiaIdee, il Centro Aggregativo giovanile di Pino, la Consulta Giovanile Pinese, il Centro Antiviolenza InRete di Chieri, l’Associazione Mu.Se. E Donne di Sabbia."

"La settimana del 25 novembre sarà davvero ricca di appuntamenti da non perdere - prosegue l'Assessora alle Pari Opportunità, Caterina Piana -. In collaborazione con il Comune di Chieri e le nostre Associazioni abbiamo dato vita a un programma importante, con eventi di grande qualità e che grazie alla loro intrinseca diversità possono rivolgersi a target di pubblico differenti, coinvolgendo tutti. Voglio sottolineare, in particolare, la serata di martedì 26 novembre, in occasione della quale inaugureremo, con il Centro Aggregativo Giovanile Pinese e la Consulta Giovanile, la sedia 'Posto occupato': come Amministrazione abbiamo aderito con grande piacere a questo progetto, raccogliendo l’invito a riservare un ​'posto'"​ alle donne vittime di ogni forma di violenza lasciando una sedia vuota tra quelle ​dedicate alla cittadinanza presso la sala auditorium del Centro Polifunzionale​. La '​sedia vuota' sarà allestita dai giovani che lo scorso anno hanno curato la realizzazione della “Panchina rossa” e diventerà inoltre una installazione mobile​ che potrà​ essere trasportata e mostrata anche in altri diversi contesti ed occasioni (teatro, scuole, spazi pubblici…), come monito contro la violenza sulle donne ed in favore di una cultura di parità. ​Ricordo, inoltre, il Corso di autodifesa femminile promosso, ormai da dieci anni, dal Comune di Pino Torinese in forma completamente gratuita per le partecipanti: anche questo è un bel segnale di un'Amministrazione attenta al benessere e alla sicurezza dei propri concittadini e desiderosa di fornire strumenti concreti per il contrasto alla violenza di genere."

0
0
0
s2sdefault