Benvenuti sul nuovo sito del Comune di Pino Torinese. Stiamo lavorando al trasferimento di tutti i contenuti sul nuovo portale del Comune. Se non trovi ciò che stai cercando, vai al vecchio sito cliccando sulla voce sottostante

Notizie dal Comune

Hanno preso il via i lavori di riqualificazione del marciapiede di via Roma (lato destro in direzione Torino) nel tratto compreso tra via Superga e la fermata del Bus GTT n.30. L'intervento prevede il rifacimento della rete di raccolta delle acque meteoriche, la realizzazione di un nuovo marciapiede con lastre e cordoli di pietra e la riorganizzazione del parcheggio per consentire il transito dei pedoni al di fuori della carreggiata stradale.
Questo intervento, che rientra nei lavori rifacimento e riqualificazione del concentrico cittadino, non fa ancora parte della più ampia opera che vedrà protagoniste via Roma e via Molina, in fase di appalto e che partirà nei prossimi mesi.
Per tutta la durata dei lavori, di circa 60 giorni, saranno attive le seguenti modifiche alla circolazione: 
1) Via Roma, nel tratto interessato dall'intervento: istituzione, dalle ore 8 alle ore 18 nei giorni feriali, del senso unico alternato mediante apposito semaforo
2) Via Superga, nel tratto da via Roma a via Camandona: inversione del senso unico a salire
Al fine di evitare quanto più possibile la formazione di rallentamenti in Via Roma si consiglia, a chi deve attraversare il centro del paese per raggiungere Chieri o Torino, di utilizzare il traforo (S.P. n. 10) o il percorso alternativo Via Folis, Via Rio Vallero e Via Valle Balbiana.
Piazza del Municipio rimarrà sempre accessibile sia da Via Molina che da Via San Felice. La scuola Costa, oltre che dalla Piazza del Municipio, potrà essere anche raggiunta pedonalmente da Via Folis a partire dall’ingresso del parcheggio interrato. 
Inoltre, vista l’inversione del senso di marcia nel primo tratto di Via Superga, da Via Camandona sarà possibile raggiungere tutte le destinazioni svoltando verso Via dei Colli (all’altezza della Scuola dell’infanzia Collodi) e proseguendo poi in direzione Pino Torinese (verso la rotatoria Panoramica).
Non sono previste chiusure alla circolazione che potranno impedire l’accesso agli esercizi commerciali, alle scuole ed agli uffici di Via Roma, Via Molina e Via Superga.

0
0
0
s2sdefault
E' stato finanziato con un investimento di circa 1 milione di euro l'intervento che prevede la realizzazione della bretella di collegamento tra via Folis e la strada Traforo, immediatamente a valle del distributore di carburante della Esso. La Regione Piemonte infatti, grazie alle economie accertate sul piano degli interventi di competenza della società di committenza regionale S.C.R. Piemonte S.p.A., ha sbloccato l'importo necessario per quest'opera, che completa la serie di interventi regionali già attuati in passato sulla galleria e sulla rotatoria del Gardenland.
“Siamo davvero soddisfatti, aspettavamo questo lavoro da tempo – afferma il Sindaco, Alessandra Tosi – Inoltre questo progetto completa l'opera di riqualificazione di via Roma in programma nei prossimi mesi. Non abbiamo ancora certezze sui tempi di realizzazione di questa rotonda, in quanto abbiamo appena saputo del finanziamento, ma nei prossimi giorni incontreremo i tecnici di S.C.R. e della Città Metropolitana, a cui compete la strada Traforo del Pino, per riattivare operativamente il procedimento.”
In particolare l'intervento prevederà la realizzazione di due rotatorie molto vicine: una su strada Traforo e l’altra su via Folis, che consentiranno agli automobilisti di tagliare fuori la via centrale del paese, passando da via Folis per immettersi poi su strada Traforo per raggiungere Chieri.
0
0
0
s2sdefault

Il servizio di collegamento tra la frazione di Valle Ceppi e la linea 30, dopo la sospensione del servizio effettuato da Cavourese, verrà coperta grazie all'utilizzo dello Scuolabus. Il Comune di Pino Torinese ha infatti siglato un accordo con la Ditta AM Autonoleggi di Antonello Mazzarelli, che ha in gestione il trasporto scolastico. 

La navetta prevede la partenza da Valle Ceppi (inizio via Civera davanti al civico 8) alle ore 7,15 dal lunedì al sabato e due partenze per Valle Ceppi dalla fermata del 30, vicino a via Legnanino alle 13,45 e alle 14,40, negli stessi giorni. Il servizio, gratuito per gli studenti, è utilizzabile da tutti al costo di euro 1 a tratta. Sarà possibile sfruttarlo anche nei percorsi di andata e ritorno dalla frazione, da Piazza del Municipio attraverso Valle Miglioretti e via Tepice utilizzando le fermate del Mebus. Il servizio è stato confermato grazie ad un contributo dell'Agenzia della Mobilità Piemontese ed è sperimentale fino alla fine della scuola.

0
0
0
s2sdefault

Prenderanno il via a partire da mercoledì 27 febbraio i lavori, a cura di SMAT, per la sostituzione di una tubazione della rete acquedotto. L'intervento, urgente e non procrastinabile, è necessario a causa delle ripetute perdite della rete, già segnalate anche da diversi cittadini.  La durata dei lavori sarà di circa 20 giorni e vedrà la chiusura di via Podio, a partire dal 27 febbraio, dalle ore 9 alle ore 16, nel tratto compreso tra il civico n. 32 e il parcheggio della Scuola (civico n.41).

La scuola, negli orari di chiusura alla circolazione, sarà raggiungibile solo da Via Solairano.  Nel tratto interessato dai lavori sarà sempre consentito il passaggio dei mezzi di soccorso e di pronto intervento.

0
0
0
s2sdefault

Chiusa la scorsa domenica la mostra dedicata al celebre architetto pinese che, in un anno, ha visto il passaggio di oltre 200 mila visitatori

Domenica 17 febbraio 2019 si è chiusa la mostra “Hommage à Leonardo Mosso” che il Centre Georges Pompidou, Museo nazionale di Arte moderna di Parigi, ha dedicato al grande architetto e artista fondatore dell’Istituto Alvar Aalto-Maaad (Museo di architettura arti applicate e design) con sede a Pino Torinese nella Villa Ruiz Antonelli.

Il giorno della chiusura si sono recati in visita, in rappresentanza del Comune di Pino, il Sindaco Alessandra Tosi, l’Assessore ai Lavori pubblici Marcello Concas e la Consigliera alla Cultura Beatrice Verri. La visita, istituzionale ma autofinanziata dai partecipanti, è stato un tributo alla riconosciuta e indiscussa grandezza del nostro concittadino nel campo della progettazione architettonica e dell’arte contemporanea.

La mostra, inaugurata il 5 marzo 2018 nella sala denominata “L’école de Madrid”, è rimasta allestita quasi un anno ed è stata visitata da circa 200.000 persone. Parte delle opere allestite sono state donate da Leonardo Mosso e Laura Castagno al Centre Pompidou, inalienabili e destinate ad essere pienamente valorizzate nel futuro.

"Non possiamo che essere orgogliosi di avere quali concittadini l'Architetto Leonardo Mosso e la moglie, anch'essa grande artista, Laura Castagno - afferma il Sindaco, Alessandra Tosi -: il fatto che alcune fra le sue principali opere siano state donate al Centre Pompidou, entrando così a far parte del fondo pubblico nazionale dell'Arte moderna francese, è davvero un grande onore. Resta un po' di rammarico al pensiero che altri prodotti artistici di questo valore non siano divenuti parte del patrimonio italiano, con esposizione permanente anche sul nostro territorio piemontese, ma sappiamo che il Centre Pompidou non ha eguali, a livello europeo e internazionale per esposizione d'opere d'arte e architettura moderna. Come patria di Mosso, continueremo a lavorare affinchè l'Istituto Alvar Aalto-Maad che ha sede qui a Pino Torinese continui ad avere la giusta visibilità e valorizzazione".

In mostra erano presenti molte opere fra cui spiccavano le tipiche installazioni a giunti, come la rossa “Ascension pour Laura” esposta nella parete all’ingresso, i modelli per la cappella d’artista e per la città programmata, documenti grafici e fotografie, nonché il bozzetto per il concorso di progettazione dello stesso Centre Pompidou, poi vinto da Renzo Piano e Richard Rogers, cui partecipò anche Leonardo Mosso nel 1971 e intitolato “La comune della cultura”. La sensibilità nei confronti della comunità, una comunità libera, aperta e indipendente, è un elemento sempre molto presente nell’opera di Leonardo Mosso, anche in quegli incredibili avamposti di modernità che furono le progettazioni al computer del “Progetto di città-territorio programmata ed autogestibile” condotti insieme a Laura Castagno, sua amata sposa, collaboratrice e artista a sua volta.

"Leonardo Mosso e le sue opere possono essere considerate una vera e propria 'perla' del patrimonio artistico e architettonico nazionale e internazionale - aggiunge l'Assessore ai Lavori pubblici, Marcello Concas -. E' quanto mai importante lavorare affinchè il lavoro di tutta una vita non vada perso, ma anzi venga sempre più valorizzato così che le nuove generazioni possano conoscere il genio e lo spirito avanguardistico di questo nostro concittadino. Ecco perchè lavoreremo concretamente e con costanza per consolidare l'identità territoriale dell'Istituto Alvar Aalto, vanto culturale del territorio, centro di una rete già ricca di poli nevralgici, anche naturalistici e paesaggistici".

I rappresentanti dell’Amministrazione comunale sono stati accolti da Olivier Cinqualbre, Conservateur pour l’Architecture del Centre Pompidou, che li ha accompagnati nella visita guidata, raccontando le varie fasi dell’allestimento della mostra che, avendo numerose opere da esporre, nel corso dell’anno ha variato più volte l’allestimento. La mostra è stata curata da Madame Concetta Collura e ad essa è stata dedicato un numero apposito di “Lettera”, la rivista dell’Istituto Alvar Aalto, disponibile in consultazione nella nostra biblioteca civica.

“Visitare la mostra di Leonardo Mosso al Centre Pompidou è stata una profonda emozione - afferma la Consigliera Comunale, Beatrice Verri -: vedere un patrimonio tanto prezioso valorizzato con così grande maestria nella più prestigiosa cornice dedicata all’arte contemporanea in Europa è stato commovente. I Mosso si meritano i migliori tributi e faremo tutto il possibile per aiutare l’Istituto a proseguire la propria attività di valorizzazione nel prossimo futuro”.

La mostra “L’arte del Novecento e il libro” di Leonardo Mosso era stata allestita, a cura di Gianfranco Cavaglià, nella Biblioteca civica “Angelo Caselle” di Pino Torinese a partire da maggio, inaugurata nell’ambito del Salone del Libro, fino a dicembre 2017. Nel 2019 è in previsione l’allestimento di una mostra dedicata alle opere di Laura Castagno, sempre in Biblioteca.

Foto a cura di: Beatrice Verri, Marcello Concas, Carlo Bonetto

0
0
0
s2sdefault
Anche per il Comune di Pino Torinese è ora possibile sottoscrivere contratti di locazione a canone concordato. Sono infatti stati siglati lo scorso 1° febbraiodalle organizzazioni sindacali di categoria, gli accordi territoriali. 
Grazie a questi accordi sarà possibile beneficiare, per i contratti avviati dal 2019, delle agevolazioni fiscali previste dalla legge per i locatori e per gli affittuari che sottoscrivono questi contratti.
Per sapere come aderire al progetto e beneficiare delle agevolazioni, è possibile consultare la pagina dedicata del sito del Comune di Pino Torinese dove sono pubblicati il testo firmato degli Accordi Territoriali, la tabella dei valori relativi al comune di Pino Torinese e la modulistica.
0
0
0
s2sdefault

Sottocategorie